Dolci/ Sicilian-style food

Torta Fedora

torta fedora

La Torta Fedora è una torta tipicamente Catanese…e udite udite io da brava sicula abitante in provincia di Ct non ne conoscevo il nome,l’avrò vista e gustata varie volte ma proprio non sapevo si chiamasse così e quando poi l’ho vista da Ada Parisi è stato amore a prima vista ed anche una scoperta colossale per me. Ringrazio Ada per questa piacevole scoperta,la torta merita tantissimo vi consiglio di provarla anche perchè è davvero molto facile da realizzare,poi la rifarete ancora e ancora.

 

torta fedora

ma andiamo alla ricetta…


Ricetta

Torta Fedora

www.zagaraecedro.it

 

Ingredienti

Ricetta di Ada Parisi di “Siciliani creativi in cucina”

( ho aumentato di poco la bagna perché a me piace più umida )

 

Stampo da 20 cm di diametro

Per il Pan di Spagna:

4 uova

90 g di farina 00

100 g di zucchero semolato extrafine

La scorza di un limone bio grattugiata

( Un pizzico di lievito per dolci solo se non avete mai provato il pan di spagna prima,in caso contrario sapete che basta montare molto bene i tuorli)

Un pizzico di sale

 

Per la Crema di ricotta:

650 g di ricotta di pecora ( priva del suo siero )

150 g di zucchero a velo

60 g di gocce di cioccolato fondente

 

Per la bagna:

200 ml di acqua

180 g di zucchero

La scorza grattugiata di un’arancia bio

Poco rum se vi piace

 

Per il decoro finale:

mandorle tostate a lamelle ( o non le avevo e mi sono arrangiata )

pistacchi

qualche ciuffetto di panna se vi piace

 

Preparazione

Per il pan di Spagna:

In una ciotola mettete uova,zucchero e il pizzico di sale quindi lavorate con le fruste elettrice fino ad ottenere un composto spumoso,unite la farina ben setacciata e amalgamate tutto il composto con una spatola cercando di non smontare la massa,quindi movimenti lenti dal basso verso l’alto per incorporare aria. Unite la scorza del limone grattugiata a questo punto unite anche l lievito per dolci se avete scelto di usarlo. Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera o coprite con carta forno,quindi versate nello stampo e cuocete a forno preriscaldato e statico a 170° per 20 minuti circa o fino a doratura.

Per la Bagna:

Mettete tutto in un pentolino, acqua, zucchero e scorza d’arancia quindi portate a ebollizione fin tanto che non si sarà ridotto di un terzo, spegnete e solo dopo unite il rum se vi piace.

Per la crema di ricotta:

E’ importantissimo che sia priva del suo siero, ben asciutta, in caso contrario lasciatela in un colino un giorno ed una notte prima di utilizzarla quindi assicuratevi che sia freschissima, se è di pecora meglio.

A questo punto passatela in un setaccio a maglie strettissime così da eliminare ogni grumo possibile. Unite lo zucchero e mescolate energicamente in ultimo anche gocce, riponete in frigorifero coperta di pellicola alimentare in attesa di utilizzarla.

Assemblaggio:

Quando il Pan di Spagna sarà freddo tagliatelo a metà e irrorate le due parti con la bagna, quindi procedete e farcirlo con la ricotta tenendone solo un pochino da parte per la copertura finale in modo che le mandorle e i pistacchi aderiscano bene.

Io purtroppo ho usato altra frutta secca per non uscire solo per acquistare le mandorle ( tempi da Coronavirus) che sono l’ideale, tostate e a lamelle, procedete dunque a far aderire tutta la Torta lateralmente e sopra mettete i pistacchi tagliati grossolanamente. In ultimo a me è piaciuto montare un pochino di panna per dolci per creare dei ciuffetti come una cornice che andasse a rifinire i bordi.

La Torta Fedora si conserva in frigorifero e gustata il giorno dopo la preparazione sarà ancora più umida e quindi più buona.


torta fedora

Spero vi piaccia,io ne sono innamorata ^.^

torta fedora

A prestoooooo <3

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply
    Francesco
    11 Maggio 2020 at 19:15

    Guardo, anche io innamorato, la deliziosa Fedora, costruita con arti magiche e profumata con arancia e rum, condita con mandorle e pistacchi. In casa si diffondono i profumi e, come una magia, creano emozioni che si fondono con la dolcezza di questo capolavoro degli impasti che la natura ci regala e la fantasia crea con la sua grandezza e la bellezza della tavolozza di colori che variegano l’insieme. Cosa aspettare, allora, se non cimentarsi subito e gustare questa meraviglia catanese, grazie alla feconda inventività della sua creatrice Ketty Valenti.

  • Reply
    Simona Milani
    12 Maggio 2020 at 6:31

    Un capolavoro di torta, che tu hai realizzato ed immortalato con sapiente maestria…chapeau amica!
    Un abbraccio

  • Reply
    Alice
    12 Maggio 2020 at 11:39

    Che meravigliosa golosità!
    baci
    Alice

  • Reply
    CLAUDIA
    12 Maggio 2020 at 11:50

    Eccola qui in tutto il suo splendore… Mi sono assolutamente salvata la ricetta.. perchè la voglio provare quanto prima.. quando tornerò io stessa a fare spesa (dal 20 di marzo che va solo il mio compagno) e mi sceglierò per bene gli ingredienti! Un abbraccio

  • Reply
    Sonia
    12 Maggio 2020 at 12:11

    È davvero spettacolare! Molto elegante e racchiude tutta la sicilianità, bravissima cara <3

  • Reply
    Ipasticciditerry
    12 Maggio 2020 at 18:55

    Una vera meraviglia Ketty. Prima Damiù, poi qui da te e non potevo venire a leggere come si fa. Un abbraccio grande

  • Reply
    il solletico nel cuore
    14 Maggio 2020 at 11:55

    Mi hai ispirata. Ho visto la tua torta e mi hai fatta tornare ai nostri meravigliosi sapori di Sicilia! La preparo prestissimo

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.