Dolci/ Sicilian-style food

Buccellato palermitano

Buccellato palermitano

Era da un pò che provavo a fare questo dolce tipicamente siciliano e ancor più Palermitano città dove io sono nata ma non cresciuta, ma dove ho comunque molti legami e ricordi.

Ho provato qualche ricetta sul web con scarsissimi risultati e poi seguendo da sempre Ada vidi che di recente ne preparò uno che mi sembrò perfetto,ma del resto con Lei si va sempre sul sicuro, così super invogliata ho voluto tentare carica di mille aspettative e devo dire che non sono state deluse,non nego di aver avuto un attimo di panico ma questo perchè avevo con il Buccellato già dei tentativi disastrosi alle spalle e perchè è un dolce che vuole essere coccolato e trattato con i “guanti gialli” è nobile lui nonostante l’aspetto un pò grezzo nasconde un’anima ricca e dolce che più non si può.

Se avete tempo passate da Lei vi darà ulteriori dettagli circa la storia di questo dolce antichissimo che affonda le sue radici nella tradizione araba come spesso accade per molti dolci siciliani,infatti le dominazioni sull’Isola portano ancora forti segni sia a livello gastronomico, nell’arte monumentale che nella cultura e in alcuni costumi.

 

Come sempre anche in questa ricetta ho usato i prodotti Pennisi La Dolceria Siciliana

scorze d'arancia candite

 


Ricetta

Buccellato palermitano Buccellato palermitano

www.zagaraecedro.it

 

Ingredienti

( ricetta presa da  Ada di Siciliani creativi in cucina )

Per l’Impasto

300 g di farina 00

150 g di strutto ( o burro anche se lo strutto è più indicato )

100 g di zucchero

1 pizzico di sale fino

 

Per la Farcia

300 g di uva passa

100 g di mandorle

300 g di fichi secchi

130 g di cioccolato fondente

50 g di gherigli di noci

30 g di pinoli

40 g di scorze d’arancia candite

20 g di zuccata

1 pizzico di sale

la scorza di un limone grattugiato

60 ml di Marsala

cannella in polvere quanto basta

 

Per la Decorazione

50 g di pistacchio

canditi ( scorze candite di arancia,zuccata e ciliegie )

confettura di albicocche o gelatina o miele mille fiori

 

Preparazione

Anzitutto un’ora prima di iniziare la vostra preparazione,mettete in ammollo l’uvetta in acqua calda trascorsa l’ora scolatela e asciugatela per bene con della carta assorbente.

Passiamo all’impasto che farà da involucro :

Su un piano di lavoro setacciate la farina,il sale,lo zucchero e unite anche lo strutto,impastate con le mani usando prevalentemente le punte delle dita per creare grosse briciole,unite quindi del Marsala tanto quanto basta ad ottenere un impasto liscio quindi avvolgetelo nella pellicola trasparente per alimenti e ponetelo a riposo in frigorifero per almeno 2 ore.

Preparate il ripieno:

Tostate le mandorle,i gherigli di noce e i pinoli poi tritateli grossolanamente,tagliate a pezzetti i fichi secchi dopo aver eliminato il picciolo,fate a pezzetti anche la frutta candita e il cioccolato fondente.

Mattete il tutto in un tegame capiente ( fichi,cioccolato,uva passa,frutta secca tritata,canditi,scorza di limone grattugiata,un cucchiaino di cannella,un pizzico di sale e il Marsala) cuocete per circa 30 minuti a fuoco basso e mescolando di continuo. Al termine della cottura mettete la farcia in un contenitore e lasciatela raffreddare completamente.

Comporre il Buccellato:

Vi aiuterà infarinare il piano di lavoro con della farina,stendete l’impasto dando forma rettangolare,circa 20×30,quindi lavorate la farcia con le mani compattandola e formando un cilindro, deve avere stessa lunghezza del rettangolo di impasto,quindi chiudete con delicatezza il cilindro ricoprendolo con lo stesso impasto,cercate di sigillare bene il tutto.

Adesso,sempre delicatamente,cercate di dare una forma a cerchio o ciambella al buccellato sigillando bene il punto di giunzione,è probabile che in questa manovra la frolla si aprirà ma non preoccupatevi,vi basterà pian piano chiudere i punti aperti e ricordate che se qualcuno dovesse rimanere non fa nulla,anzi molte pasticcerie palermitane lasciano apposto intravedere la farcia interna. Per il tipico decoro potete usare la pinza da pasticceria adatta se ne siete in possesso oppure aiutarvi con i rebbi di una forchetta come ho fatto io.

Non vi rimane che lasciare riposare il buccellato così composto in frigorifera per una notte. Il giorno seguente preriscaldate il forno a 180° statico e cuocete per circa 30 minuti,nel frattempo fate giungere a  bollore, in un pentolino, la confettura di albicocche o il miele con un cucchiaio di acqua,vi servirà per spennellare il buccellato al termine della cottura e lasciato prima raffreddare,completate il decoro con le scorze d’arancia candite,le ciliegie e i pistacchi in granella.

 

Note:

Come dice Ada,il buccellato è un dolce che si conserva bene per diversi giorni,sotto una campana di vetro o avvolto da pellicola alimentare,decorativo anche da portare in tavola per tutta la durata dei vostri pranzi o cene delle feste.


buccellato palermitano

A breve sarà già il 2020, quest’anno è proprio volato via,Vi auguro un anno spumeggiante,inebriante e brillante <3

buccellato palermitano

 

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Francesco
    30 Dicembre 2019 at 12:09

    Che dolce regalo la vita m’ha donato!! Aver incontrato una straordinaria amica, una persona davvero speciale, capace d’affrontare le situazioni più difficili e trasformale in dolci e deliziosi sapori. Una persona vera e di un immenso cuore, grande generosità, delicata sensibilità.
    Ogni mattina che trovo un tuo dolce riesco ad accendere le stelle anche di giorno e la vedo brillare in queste tue eleganti e raffinate coreografie fotografiche, accendendo il mio cuore di gioia. Un’anima dolce e gentile sei, carissima Ketty, e possiedi la candida bellezza dell’antico sicomoro, la tenerezza e la bontà di questo tuo dolce Buccellato.

    • Reply
      Ketty valenti
      30 Dicembre 2019 at 12:15

      Oddio io mi commuovo e mi chiedo se davvero merito queste tue splendide parole 🙏🏻 Troppo grande il tuo pensiero, troppo nobile… non merito. Ma devo tanto tanto ringraziarti ❤️❤️❤️

  • Reply
    Claudia
    31 Dicembre 2019 at 10:05

    Oh mamma mia!!!!!!! io questo dolce non lo conosco.. ma a vedere le foto.. leggere gli ingredienti so per certo che lo adorerei! Ti abbraccio forte forte.. che sia uno splendido 2020!!! :-**

  • Rispondi a Francesco Cancel Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.